Home / Spettacolo / Cinema / Super8: i film che hanno distrutto la Nuova Hollywood

Super8: i film che hanno distrutto la Nuova Hollywood

Sarà presentato questo giovedì 14 Febbraio, alle ore 18,30, presso il BiblioThè di Via Celsa 5 a Roma, alla presenza, in qualità di relatore, del critico Ernesto Assante di Repubblica, il nuovo libro di Livio Ricciardelli, “Super8: i film che hanno distrutto la Nuova Hollywood” (Edizioni Efesto), che analizza la storia di 8 grandi flop commerciali del cinema, che hanno causato la scomparsa o l’offuscamento di molti giovani registi americani allora considerati sulla cresta dell’onda.

Il libro” afferma Ricciardelli “nasce quasi per gioco: nella storia del cinema americano ci sono dei film che pur essendo considerati belli se non addirittura dei capolavori, si sono dimostrati un fiasco al botteghino. Ho dunque cercato di unire i puntini, e mettere a sistema tutti questi film maledetti che hanno così cambiato il sistema produttivo americano e i gusti del pubblico”.

“Il titolo più celebre” conclude Ricciardelli che ha già curato una monografia sul regista britannico David Lean è senz’altro I Cancelli del Cielo di Michael Cimino: costato 44 milioni di dollari, ne incassa soltanto 3. Cimino veniva da il successo mondiale de Il Cacciatore. Dopo il suo flop, di fatto smise di essere un regista considerato dal pubblico. Altri registi che analizzo, quali Scorsese o Spielberg, sono riusciti a a reinventarsi, ma anche loro hanno subito delle cadute di stile, che sembravano aver definitivamente compromesso la loro carriera. Il libro entra in questa realtà, e spero possa far riscoprire alcuni film finiti ingiustamente nel dimenticatoio”.

Un modo per scoprire la genesi dei grandi flop e capire cosa non va nel nuovo cinema di Hollywood

About Polinice

Check Also

fatboy slim live 2019 Roma - Just Musi Festival

Fatboy Slim torna a Roma per la preview di Just Music Festival

Torna a Roma per la preview di Just Music Festival il dj e produttore britannico ...

Relais Rione Ponte ospita ATLAS, Ego Imago Mundi, una personale di Luca Di Luzio

Il 30 novembre inaugura un nuovo ciclo espositivo all’interno del Relais Rione Ponte, guesthouse di ...

USA E CUBA – Novanta miglia lunghe cinquant’anni

Questa non è ne' la fine ne' l'inizio di qualcosa di differente è un grandissimo passo in avanti però per tutta l'umanità. Un'umanità che, nonostante tutto, alle volte non riesce a superare novanta miglia pur spendendo una sonda su Marte. Novanta miglia che per decenni hanno reso lontani Washington e L'Avana più di Marte.